La pratica dei Mudra

LA PRATICA DEI MUDRA

I mudra hanno una storia interessante e una filosofia davvero intrigante ma è la pratica e il collegamento con gli elementi a farne davvero un capitolo da non perdere.

Capire la filosofia e la pratica dei mudra può senz’altro migliorare anche la pratica dello yoga per chi sceglie uno stile classico.

I mudra sono in relazione con i cinque elementi, energie che nel corpo che hanno dimensioni fisiche, psicologiche e spirituali.

Queste energie si muovono dentro di noi attraverso le nadi, i canali energetici, che hanno punti terminali nelle dita.

Ogni dito quindi, rappresenta un punto di connessione con le qualità dell’elemento cui è collegato.

Praticando con i mudra, cambiamo la posizione delle dita, modifichiamo la quantità relativa con cui un elemento è presente nel nostro corpo, la sua qualità e la relazione fra i vari elementi.

  • Il pollice rappresenta il sole, la pura energia, il fuoco.
  • L’indice simboleggia l’aria e l’energia in movimento.
  • Il medio raffigura lo spazio, l’espansione e l’apertura.
  • L’anulare è in relazione con la terra, la solidità e il radicamento.
  • Il mignolo rappresenta l’acqua, i liquidi, le caratteristiche di mobilità ed adattabilità.

MUDRA E RESPIRO

Parlando di Mudra non possiamo non parlare anche di respiro , ed è importate capire la loro relazione con il respiro e il prana.

Il prana è la forza vitale universale che anima l’intero complesso di corpo, mente ,spirito.

Alcuni Mudra specifici attivano i diversi prana vayu e dirigono il flusso dell’energia attraverso le aree ed i sistemi del corpo ,come la respirazione, la circolazione, la digestione e l’eliminazione.

I mudra svengono considerati come il canale più diretto per interagire con i prana vayu e portarli in equilibrio.

MUDRA E CHAKRA

I mudra possono influenzare il nostro essere anche con i chakra.

I chakra sono centri energetici che si trovano lungo la colonna che raccolgono, immagazzinano e distribuiscono energie.

I chakra sono collegati a determinate aree del corpo e e anche a specifici archetipi psico-spirituali.

Le qualità energetiche dei chakra sono collegate ai cinque elementi come ai cinque prana vayu.

Secondo la tradizione i mudra hanno la capacità di influenzare la quantità, la qualità e l’estensione con cui l’energia dei chakra circola nel nostro organismo.

Attraverso la pratica dei mudra, possiamo localizzare, aprire e persino equilibrare quindi anche il sistema dei chakra.

GUARIGIONE E MUDRA

I mudra sono quindi collegati ai cinque elementi, ai prana vayu, al respiro e ai chakra, quindi facilmente si deduce la loro importanza per la salute e la guarigione.

I mudra esercitano una importante influenza sul sistema nevoso, portandone in equilibrio i due rami, favorendo così la giusta alternanza fra attività e riposo e riducendo quindi stress e disordini causati dalla vita frenetica che conduciamo.

Praticare i mudra inoltre, influenza anche pensieri ed emozioni poiché sono collegati sia con il sistema nervoso, sia con la saggezza interiore e l’intuizione.

I mudra riescono a portare in superficie emozioni represse oppure calmarle, sviluppando la nostra consapevolezza che ci aiuta a vedere da una prospettiva distaccata e oggettiva.

Esistono poi i mudra di preghiera, espressamente creati per sintonizzarsi con le energie universali e rimuovere gli ostacoli che impediscono l’esperienza di unione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *